Lettera aperta dei nostri Pesciolini a Mattarella

diritti.jpg

Stanchi di essere considerati cittadini di Serie B. In sintesi la lettera inviata da due coppie italiane, tra cui una coppia di nostri soci: Riccardo e Gianmario.
La lettera è rivolta al Presidente della Repubblica Mattarella, al Presidente del Senato Grasso e infine al Presidente della Camera Boldrini. A pochi giorni dallo stabilire che una proposta di legge (Cirinnà) diventi legge a tutti gli effetti.
Si sottolinea la mancanza di rispetto dei cittadini omosessuali da parte delle istituzioni, il "reclamare davanti ai giudici un trattamento paritario, per poi vedere l’Italia intera tristemente condannata di fronte alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo".
Il testo integrale pubblicato nell'articolo odierno on-line del "Fatto Quotidiano". Clicca qui per proseguire con la lettura